• energie rinnovabili

    Decreto energia 2024 e fonti rinnovabili

    La legge del 2 febbraio 2024 (decreto energia) ha i seguenti obiettivi: la promozione del ricorso alle fonti rinnovabili di energia; il sostegno alle imprese a forte consumo di energia; promuove la ricostruzione nei territori colpiti dagli eccezionali eventi alluvionali. Rappresenta la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 dicembre 2023, n. 181 con  “…disposizioni urgenti per la sicurezza energetica del Paese, la promozione del ricorso alle fonti rinnovabili di energia, il sostegno alle imprese a forte consumo di energia e in materia di ricostruzione nei territori colpiti dagli eccezionali eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023…”. In primo luogo, la legge modifica l’articolo 1 ( Misure…

  • energie rinnovabili

    CER, deliberazione ARERA e modifiche al TIAD

    Dopo il decreto n.414 del 7 dicembre 2023 del MASE pubblicato il 23 gennaio 2024 in materia di CER (Comunità energetiche rinnovabili),  l’ARERA ha emanato la deliberazione del 30 gennaio 2024 15/2024/R/EEL recante modifiche al testo integrato autoconsumo diffuso e verifica delle regole tecniche per il servizio per l’autoconsumo diffuso predisposte dal gestore dei servizi energetici S.p.A. L’ARERA tra i considerando della suddetta deliberazione annovera alcuni passaggi della direttiva 2018/2001 relativa alla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili definisce, secondo la quale: − l’autoconsumatore di energia rinnovabile come un cliente finale che, operando in propri siti situati entro confini definiti o, se consentito da uno Stato membro, in altri siti,…

  • circular economy,  energie rinnovabili

    CER in pillole: FAQ del MASE e prossimi passi verso la promozione delle comunità energetiche rinnovabili

    Il 24 gennaio 2024 è entrato in vigore il decreto sulle  “…modalità di incentivazione per sostenere l’energia elettrica prodotta da impianti a fonti rinnovabili inseriti in configurazioni di autoconsumo…” e “…comunità energetiche rinnovabili”. Come previsto da questo provvedimento normativo, entro i successivi trenta giorni dalla sua entrata in vigore, devono essere approvate dal MASE, previa verifica da parte dell’ARERA e su proposta del Gestore dei Servizi Energetici, le regole operative che dovranno disciplinare le modalità e le tempistiche di riconoscimento degli incentivi. Il GSE, soggetto gestore della misura, metterà in esercizio i portali attraverso i quali sarà possibile presentare le richieste, entro 45 giorni dall’approvazione delle regole. Il MASE ha…

  • accise e imposte di consumo,  energie rinnovabili

    MASE bozza decreto comunità energetiche rinnovabili, definizioni e aspetti fiscali: un’analisi

    La bozza del decreto MASE sulle “…modalità di incentivazione per sostenere l’energia elettrica prodotta da impianti a fonti rinnovabili inseriti in configurazioni di autoconsumo per la condivisione dell’energia rinnovabile…” contiene una serie interessante di definizioni relative all’impianto di produzione di energia elettrica. In particolare ricorda che a) “Impianto alimentato da fonti rinnovabili” si deve intendere l’ “….insieme delle opere e delle apparecchiature, funzionalmente interconnesse, destinate alla conversione dell’energia rinnovabile in energia elettrica; esso comprende in particolare: le opere, compresi eventuali edifici e i macchinari che consentono l’utilizzo diretto oppure il trattamento della fonte rinnovabile e il suo successivo utilizzo per la produzione di energia elettrica; I gruppi di generazione dell’energia…

  • accise e imposte di consumo,  energie rinnovabili

    Oneri generali sistema elettrico (OGSE): alcune riflessioni

    Gli oneri generali del sistema elettrico (OGSE) sono “componenti tariffarie il cui gettito, di natura parafiscale, è destinato alla copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico” (come indicato dal Documento di consultazione AEEGSI [ARERA] 255/2016/R/eel del 24 maggio 2016). Finanziano il mantenimento del sistema elettrico nazionale ed evitano l’impiego di risorse proprie dello Stato. In particolare, gli OGSE generano un gettito trasferito a: CSEA (Cassa per i servizi energetici e ambientali); GSE (Gestore servizi energetici). Vengono raccolti attraverso la bolletta elettrica e versati secondo i seguenti componenti: ASOS: oneri generali relativi al sostegno delle energie da fonti rinnovabili e alla cogenerazione CIP 6/92, in…

  • accise e imposte di consumo,  circular economy,  energie rinnovabili

    Autoconsumo diffuso e autoconsumatore a distanza di energie rinnovabili con rete di distribuzione

    Il TIAD stabilisce che per avere la configurazione di autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” che utilizza la rete di distribuzione, devono essere verificate tutte le seguenti condizioni: a) i soggetti facenti parte della configurazione sono un cliente finale, coincidente con l’autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” che utilizza la rete di distribuzione e uno o più produttori, coincidenti con il cliente finale ovvero con i terzi soggetti alle istruzioni dell’autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” che utilizza la rete di distribuzione; b) il cliente finale e i produttori, qualora diversi dal cliente finale, facenti parte della configurazione hanno dato mandato al medesimo referente per la costituzione…

  • accise e imposte di consumo,  circular economy,  energie rinnovabili

    Autoconsumo diffuso e autoconsumatore a distanza di energie rinnovabili con linea diretta

    Il TIAD stabilisce che per avere la configurazione di autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” con linea diretta, devono essere verificate tutte le seguenti condizioni: a) i soggetti facenti parte della configurazione sono un cliente finale, coincidente con l’autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” con linea diretta e un produttore, coincidente con il cliente finale ovvero un soggetto terzo soggetto alle istruzioni dell’autoconsumatore individuale di energia rinnovabile “a distanza” con linea diretta; b) il cliente finale e il produttore, qualora diverso dal cliente finale, facenti parte della configurazione hanno dato mandato al medesimo referente per la costituzione e gestione della configurazione; c) può essere presente un’unica unità di…

  • accise e imposte di consumo,  circular economy,  energie rinnovabili

    Autoconsumo diffuso e comunità energetica di cittadini

    Il TIAD di ARERA dispone che nella configurazione di comunità energetica dei cittadini, devono essere verificate tutte le seguenti condizioni: a) i soggetti facenti parte della configurazione sono clienti finali e/o produttori con punti di connessione ubicati nella stessa zona di mercato; b) l’esercizio dei poteri di controllo della configurazione fa capo esclusivamente a persone fisiche, piccole imprese e autorità locali, ivi incluse le amministrazioni comunali, gli enti di ricerca e formazione, gli enti religiosi, quelli del terzo settore e di protezione ambientale nonché le amministrazioni locali contenute nell’elenco delle amministrazioni pubbliche divulgato dall’ISTAT secondo quanto previsto all’articolo 1, comma 3, della legge 196/09; c) la partecipazione alla configurazione è…

  • accise e imposte di consumo,  circular economy,  energie rinnovabili

    Autoconsumo diffuso e comunità energetiche rinnovabili

    Il TIAD (Testo integrato autoconsumo diffuso) emanato da ARERA, in merito all’ipotesi di  “comunità energetiche rinnovabili”(CER) individua le condizioni che devono ricorrere contemporaneamente e cioè: a) i soggetti facenti parte della configurazione sono clienti finali e/o produttori con punti di connessione ubicati nella stessa zona di mercato; b) l’esercizio dei poteri di controllo della configurazione fa capo esclusivamente a persone fisiche, PMI, enti territoriali e autorità locali, amministrazioni comunali, gli enti di ricerca e formazione, gli enti religiosi, quelli del terzo settore e di protezione ambientale, le amministrazioni locali contenute nell’elenco delle amministrazioni pubbliche; c) la partecipazione alla configurazione è aperta a tutti i consumatori, compresi quelli appartenenti a famiglie…

  • accise e imposte di consumo,  circular economy,  energie rinnovabili

    Autoconsumo diffuso e clienti attivi che agiscono collettivamente

    Il TIAD (Testo integrato autoconsumo diffuso) emanato da ARERA, in merito all’ipotesi di  “clienti attivi che agiscono collettivamente” individua le condizioni che devono ricorrere contemporaneamente e cioè: a) i clienti attivi facenti parte della configurazione sono titolari di punti di connessione ubicati nel medesimo edificio o condominio; b) la produzione di energia elettrica può essere in capo a soggetti terzi purché soggetti alle istruzioni di uno o più clienti attivi facenti parte della configurazione; c) i clienti attivi facenti parte della configurazione hanno dato mandato al medesimo referente per la costituzione e gestione della configurazione; d) l’energia elettrica prelevata ai fini della condivisione può includere i prelievi di clienti finali…